Ortodonzia, Studio dell'ATM

Ortodonzia

Cos'è l'Ortodonzia?
L'ortodonzia è la specialità dell'odontoiatra che riguarda la prevenzione ed il trattamento delle anomalie di posizione e di sviluppo dei denti e dei mascellari.
I denti protrusi, affollati, in morso crociato raffigurano un quadro di malocclusione che sta a significare cattiva masticazione.
La pratica dell'ortodonzia prevede la prevenzione delle malocclusioni, lo studio, l'applicazione e il controllo degli apparecchi correttivi al fine di trattare e risolvere queste anomalie.

Cause.
La maggior parte delle malocclusioni hanno un carattere ereditario.
tra queste l'affollamento , i diastemi interdentali, i denti soprannumerari, le agenesie e la crescita ossea mascellare in eccesso e difetto.
Vi sono poi malocclusioni conseguenti a fattori ambientali quali: il succhiamento delle dita, la spinta linguale sui denti, le vie aeree ristrette a causa di tonsille ed adenoidi ipertrofiche , i traumi ai denti e ai mascellari, le malattie dentali e la perdita prematura dei denti da latte o permanenti.

Classificazione


 

tl_files/servizi/caso1.jpg

CLASSE I

Corrisponde alla norma nei rapporti fra il mascellare superiore e la mandibola. Una eventuale maloclusione in questa classe comporta solo dei problemi dentali quali: protrusione, affollamento,rotazioni, etc.

 

 

 

 

tl_files/servizi/caso2.jpg

 

CLASSE II

Il mascellare superiore si troca collocato troppo in avantio l'inferiore è troppo indietro.

 

 

 

 

 

 

tl_files/servizi/caso3.jpgCLASSE III

Il mascellare inferiore è troppo in avanti o il superiore è troppo indietro.

 

 

 

 

 

 

 

 

Programma terapeutico
1.La moderna ortodonzia, o meglio ortognatodonzia, è una branca della odontoiatria specializzata nella diagnosi, prevensione e trattamento delle malocclusioni dentarie che si manifestano come anomalie di posizione e di sviluppo dei denti e dei mascellari. Gli obbiettivi fondamentali che cercjhiamo di realizzare a conclusione di ogni trattamento ortodontico non si limitano solo al corretto allineamento dei denti , ma al raggiungimento di una buona estetica del viso, di una funzione masticatoria efficiente e di un migliore stato di salute dei denti e dei tessuti di sostegno.
2. per delineare un corretto piano di trattamento individuale sono necessarie le seguenti analisi di studio del caso:
-Anamnesi generale e specialistica
-Modelli in gesso dei denti
-Radiografia panoramica e teleradiografia del cranio con relativa analisi cefalometrica
-Fotografie del viso e delle arcate dentarie
3. Sulla base dell'esame clinico e delle analisi di studio effettuate verrà elaborato il piano di trattamento individuale. Sarete convocati per discutere il Vostro caso, chiarire eventuali dubbi e per definire il costo della terapia.
4. Se accetterete di iniziare il trattamento, prima di qualsiasi tipo di terapia ortodontic, sarà necessario effettuare almeno una seduta di igiene orale durante la quale sarete istruiti sulle modalità tecniche per conseguire e mantenere una corretta igiene orale anche durante l'applicazione dei dispositivi ortodontici.
5. Generalmente la terapia ortodontica si può dividere in due fasi. La prima fase può iniziare precocemente quand i denti da latte sono ancora presenti. Il fine di tale ciclo è di "intercettare" quelle disarmonie dentali e scheletriche che, se non corrette in fase di crescita, potranno complicare notevolmente i futuri trattamenti. Questa fase di trattamento precoce non elimina la necessità di una terapia ortodontica in dentizione permanente. La seconda fase inizia di solito ad eruzione completa di tutti i denti permanenti (11-12 anni) e permette di coordinare in modo ottimale i loro rapporti, al fine di raggiungere gli obbiettivi prefissati dal piano di trattamento.
6. In alcuni casi potrà rendersi necessaria l'estrazione di alcuni elememnti dentali.
I tempi, la sede ed il numero degli elementi dentali da estrarre rientranoin una precisa valutazione diagnostica-terapeutica del caso secondo lo schema programmato dall'Ortodonzistaal fine di migliorare l'estetica e la funzionalità della masticazione.
7.La durata della terapia ortodontica è in stretto rapporto con le fasi precedentemente descritte. Nella prima fase "intercettiva" il trattamento attivo può avere la durata di circa 12-18 mesi.
La seconda fase di terapia che inizia quando tutti i denti definitivi ( eccetto i terzi molari) sono presenti in arcata, può durare circa due anni, ma tale periodo in alcuni casi può subire sensibili variazioni.
8. terminata la fase attiva di trattamento con la rimozione dell'apparecchiatura fissa, verrà consegnato ed applicato l'apparecchio di contenzione più idoneo al caso. Lo scopo di tale dispositivo è di assicurare l'assestamento dei denti nellla posizione acquisita dopo la terapia attiva permettendo alle ossa , ai muscoli e ai tessuti molli di adattarsi a questa nuova situazione. La durata della contenzione varia da soggetto a soggetto in rapporto all'età ed alla gravità della malocclusione. In genere la durata è di 1-2 anni o più a seconda del caso.
Ricordiamo ai pazienti ed ai genitori che tale periodo è di grande importanza quanto quello della terapia attiva e serve per evitare movimenti dentali non desiderati(recidive).